24h Le MansEnduranceWEC

WEC | Toyota presenta l’evoluzione della GR010 Hybrid per confermarsi a Le Mans in Hypercar

La Toyota GR010 Hybrid 2023 è la seconda evoluzione dell’Hypercar Toyota, obiettivo confermare i successi a Le Mans e nel WEC contro una griglia ricca di avversari agguerriti

Toyota GR010 Hybrid 2023 WEC Le Mans Hypercar
La nuova Toyota GR010 Hybrid 2023, pronta per l’assalto al WEC e alla 24 ore di Le Mans in Hypercar

Cinque successi consecutivi a Le Mans e 4 titoli consecutivi nel WEC in LMP1 e Hypercar non bastano per Toyota, in vista dell’arrivo di tanti affamati concorrenti nel Mondiale Endurance 2023.

Per questo oggi è stata svelata dopo mesi di test l’evoluzione della Toyota GR010 Hybrid, la Hypercar della casa giapponese, con tante modifiche per migliorare i punti deboli emersi in due anni di competizione e confermarsi al vertice contro Peugeot, Ferrari, Porsche, Cadillac, Glickenhaus e Vanwall.

La nuova GR010 mantiene il telaio della precedente, ma tantissimo lavoro è stato fatto per dimagrire sotto il peso minimo regolamentare di 1040 kg (regolato dal BoP). In precedenza la GR010H non era riuscita a stare sotto il peso per via dei compromessi fatti quando il regolamento prevedeva un peso minimo di 1100 kg.

Il sistema ibrido da 200 kW e il motore V6 biturbo sono stati migliorati per migliorare l’affidabilità, che particolarmente per il sistema elettrico ha dato noie in più di un’occasione.

La novità principale è però aerodinamica, con un anteriore completamente riprofilato con l’aggiunta di due diveplanes, e modifiche di dettaglio anche al centro vettura e agli endplates posteriori. Lo splitter e i flussi sono stati totalmente ridisegnati, e ora ricordano la Oreca 07.

L’obiettivo è migliorare la sensibilità aerodinamica e le regolazioni possibili per la deportanza e il raffreddamento.


Leggi anche:

WEC | L’entry List 2023: 38 vetture al via, 13 Hypercar!


Le novità spiegate da Toyota
Toyota GR010 Hybrid 2023 WEC Le Mans

Sono state apportate modifiche al gruppo propulsore ibrido da competizione ad alte prestazioni, composto da un motore da 3,5 litri da 520 kW (707 CV) e da un motore elettrico da 200 kW (272 CV), per ridurre il peso e migliorare l’affidabilità, sfruttando le conoscenze uniche acquisite in oltre un decennio di esperienza con i gruppi propulsori ibridi a Le Mans.

Le modifiche più visibili sulla GR010 HYBRID 2023 evolution riguardano la carrozzeria. Per migliorare la guidabilità e la consistenza aerodinamica sono stati implementati nuovi dispositivi aerodinamici di tipo “diveplane” sui paraurti anteriori e una endplate dell’ala posteriore più piccola, oltre ad altre modifiche di dettaglio.

Sono state apportate modifiche anche alla carrozzeria con l’obiettivo di migliorare il raffreddamento dei freni e di consentire una rapida modifica delle opzioni di raffreddamento durante la gara, grazie a nuove prese d’aria nella parte anteriore e posteriore. Inoltre, è stata rivista la disposizione dei fari per ottimizzare la visibilità durante la guida notturna.

Sotto la carrozzeria, la GR010 HYBRID è stata sottoposta a un programma di riduzione del peso per portare il peso complessivo al minimo di 1040 kg consentito dalle normative. Ciò risponde ai compromessi fatti durante la fase di progettazione dell’auto nel 2020, che erano il risultato dell’evoluzione delle normative sulle hypercar.

Tanto lavoro per adattarsi al carburante e alle gomme senza termocoperte

La GR010 HYBRID utilizzerà ancora una volta biocarburante al 100% rinnovabile, ricavato da residui di vino e materiale agricolo, che riduce le emissioni di CO2 di almeno il 65% e contribuisce agli sforzi in corso per aumentare la sostenibilità nelle gare di durata.

Per completare gli sforzi, non è più consentito il preriscaldamento dei pneumatici prima dell’uso, che riduce il consumo di energia e le emissioni. Di conseguenza, Michelin ha introdotto una nuova gamma di mescole di pneumatici, progettate per raggiungere rapidamente la massima temperatura di esercizio, mantenendo al contempo durata e prestazioni.

Ancora una volta, la GR010 HYBRID beneficia dell’esperienza tecnica dei partner di lunga data di TOYOTA GAZOO Racing, che continuano a contribuire in modo significativo al suo successo. DENSO fornisce radiatori e candele e contribuisce anche al motore anteriore insieme ad AISIN. RAYS fornisce cerchi leggeri in lega di magnesio, Akebono fornisce pinze freno monoblocco in lega e Mobil 1 è il lubrificante scelto.

Confermati i sei piloti del 2022 WEC Toyota Le mans GR010 Hybrid Hypercar

Non certamente una novità, ma sono confermati i piloti 2022 oltre che Kazuki Nakajima nel ruolo di consigliere del team e pilota di riserva.

TOYOTA GAZOO Racing è unica nella griglia di partenza del 2023 grazie a una formazione di piloti composta esclusivamente da vincitori di Le Mans e campioni del WEC. Mike Conway, Kamui Kobayashi e José María López faranno coppia per la sesta stagione consecutiva con la vettura N° 7, mentre i vincitori di Le Mans e del titolo mondiale dello scorso anno, Sébastien Buemi, Brendon Hartley e Ryo Hirakawa, uniranno le loro forze nella GR010 HYBRID numero 8.

Il ruolo di collaudatore e pilota di riserva sarà assunto da Kazuki Nakajima, che si è ritirato dalle corse alla fine del 2021 dopo una carriera che ha incluso tre vittorie a Le Mans e un Campionato del Mondo, oltre a due titoli di Super Formula. Il suo ruolo sarà parallelo a quello di vicepresidente di TOYOTA GAZOO Racing Europe.

Immagini Media Center Toyota Gazoo Racing

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

WEC | La Ferrari 499P conclude i test a Monza