Willi Weber colpito da un ictus a luglio: “Adesso sto meglio, ma ho difficoltà a parlare”

Willi Weber, ex manager di Michael Schumacher ha rivelato di aver avuto un ictus un mese fa. L’imprenditore tedesco, attualmente in riabilitazione ha dichiarato di riuscire a mangiare da solo e camminare, anche se ci sono ancora delle difficoltà per quanto riguarda il linguaggio.

Willi WeberFonte: Deparate

Willi Weber, ex manager di Michael Schumacher, ha rivelato di essere stato colpito da un ictus il mese scorso. Il settantottenne, infatti, dopo aver trascorso nove giorni in ospedale, è potuto tornare a casa dove sta continuando la riabilitazione.

Mi sono svegliato durante la notte per bere un bicchiere d’acqua ma non riuscivo a prenderlo. Era come se la mia mano non volesse farlo. Non mi sono preoccupato molto e sono tornato a letto perché la mattina mi ero allenato parecchio in palestra e pensavo fosse per quello”. Purtroppo invece la causa era ben più grave ed il mattino dopo è stato ricoverato in ospedale.

Il mattino dopo però ho ricevuto una brutta sorpresa. Quando mi sono svegliato mi sono accorto di non riuscire più a parlare. Sono stato portato subito in ospedale e mi hanno detto che avevo avuto un ictus” ha spiegato il tedesco.

“Il problema è che ritornando a letto ed ignorando i sintomi ho perso del tempo che poteva essere utilissimo” ha concluso l’imprenditore che nove giorni dopo ha iniziato la riabilitazione.

Adesso sto meglio. Ho ricominciato a mangiare da solo e riesco anche a camminare e parlare. Diciamo che per quanto riguarda il linguaggio ho ancora qualche difficoltà ma non mi arrendo e piano piano sto migliorando

Figura importantissima nella carriera di Schumi e manager del campione tedesco per diciassette anni, Weber è conosciuto da chiunque abbia seguito il Kaiser negli anni d’oro. Fu proprio grazie a lui, infatti, che Michael poté sbarcare prima in F3 e poi in F1.

All’epoca, infatti, l’imprenditore tedesco riuscì a permettere a Schumi di sostituire Bertrand Gachot, che era stato condannato a diciotto mesi di carcere. Un’occasione d’oro che il sette volte campione del mondo sfruttò al massimo tanto da farsi notare dalla Benetton con la quale vinse due mondiali.

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

F1 | Sticchi Damiani invita 250 medici e infermieri ad assistere al GP di Monza