WRC | Posticipati Portogallo ed Italia, anche il Safari a rischio

I rally di Portogallo ed Italia, come preventivabile, sono stati posticipati a causa del Coronavirus. WRC Portogallo Italia Safari.

WRC Rally Portogallo Italia
Credit: ilTornante.it

Le due prove europee, programmate l’una dal 21 al 24 maggio e l’altra dal 4 al 7 giugno, avrebbero dovuto essere la quinta e sesta e prova del calendario WRC 2020. La loro defezione era nell’aria e si aggiunge a quella dell’Argentina, inizialmente programmata come quarto appuntamento. E’ però tutto da verificare se le due prove saranno solamente posticipate o cancellate del tutto dal calendario 2020. WRC Portogallo Italia Safari.

Il mondiale a questo punto dovrebbe riprendere a metà luglio in Kenya, ma anche la tappa africana, dove il WRC tornerebbe dopo 18 anni, sarebbe a rischio.

Il WRC, a differenza di diversi campionati, è comunque riuscito a prendere il via, con le prime tre gare a Monte Carlo, in Svezia ed in Messico che sono andate in porto. Ma già la disputa della tappa messicana fu fortemente criticata; lo stesso Sebastien Ogier, nonostante la vittoria, ha affermato che non si sarebbe dovuto correre.

“Tutte le parti lavoreranno per identificare potenziali date alternative per i rally posticipati nel corso della stagione qualora;la situazione COVID-19 dovesse migliorare, tenendo conto della logistica del campionato, della capacità dei concorrenti di viaggiare;di nuovo e della capacità del paese in questione di preparare e ospitare il WRC in quel momento”,;ha dichiarato Oliver Cielsa, il direttore generale del promoter WRC.

 

F1 | Mattia Binotto: “Siamo disposti a continuare la stagione fino a gennaio 2021”

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari