WRC | Rally Croazia – Ogier vince un clamoroso rally decisosi all’ultima curva!

Ad un passo dalla vittoria, Elfyn Evans commette un errore proprio all’ultima curva della Power Stage e regala il successo a Sebastien Ogier. Rally WRC Croazia.

Sebastien Ogier – Credit: twitter Toyota Gazoo Racing WRT

Il rally balcanico, entrato a far parte del calendario WRC per la prima volta, ha regalato un grande spettacolo. A decidere una gara durata 3 giorni e 300 chilometri è stata l’ultima curva dell’ultima speciale! A trionfare in Croazia è stato Sebastien Ogier che ha vinto la resistenza del compagno di squadra Elfyn Evans per appena 6 decimi di secondo. Il 7 volte campione del mondo è stato più forte anche della sfortuna dopo essere stato coinvolto in un incidente su una strada pubblica nel corso di un trasferimento. Chiude il podio Thierry Neuville su Hyundai con un distacco di 8 secondi dal leader. Rally WRC Croazia.

SS17/20 Rally WRC Croazia

Ogier è coinvolto in un incidente su strada pubblica durante il trasferimento. Per sua fortuna può continuare la corsa, ma la portiera dal lato del copilota risulta danneggiata. Uno sfortunato episodio che rischia di condizionare la sua prova fino al termine. Evans nel frattempo vince la tappa ed è sempre più vicino.

1. OGIER (Toyota Yaris WRC)
2. EVANS (Toyota Yaris WRC) +4.2
3. NEUVILLE (Hyundai i20 Coupé WRC) +9.1
4. TANAK (Hyundai i20 Coupé WRC) +51.4
5. FOURMAUX (Ford Fiesta WRC) +1:41.8
6. GREENSMITH (Ford Fiesta WRC) +2:41.7
7. KATSUTA (Toyota Yaris WRC) +2:51.4
8. BREEN (Hyundai i20 Coupé WRC) +4:04.8

SS18/20

Sentito l’odore della preda, Evans entra in modalità full attack. Il pilota britannico vince anche la seconda speciale della domenica, guadagnando 7 secondi su Ogier e diventando nuovo leader del rally di Croazia. Attenzione anche a Neuville che è sempre lì, ad 8 secondi dal leader.

Seconda speciale da dimenticare per M-Sport Ford. Greensmith è vittima di problemi alla paletta del cambio al volante ed è costretto ad usare la più classica leva. Fourmaux commette un errore in una curva destrorsa e impiega più di un minuto per riportare la sua Fiesta WRC sul percorso. Ne approfitta Katsuta che supera Greensmith e si porta a soli 15 secondi da Fourmaux.

1. EVANS (Toyota Yaris WRC)
2. OGIER (Toyota Yaris WRC) +2.8
3. NEUVILLE (Hyundai i20 Coupé WRC) +8.4
4. TANAK (Hyundai i20 Coupé WRC) +1:08.1
5. FOURMAUX (Ford Fiesta WRC) +2:49.7
6. KATSUTA (Toyota Yaris WRC) +3:04.6
7. GREENSMITH (Ford Fiesta WRC) +3:17.9
8. BREEN (Hyundai i20 Coupé WRC) +4:10.2

SS19/20

Neuville vince la prova e, pur recuperando pochi secondi sui rivali, tiene aperti i giochi fino alla fine. Evans porta il suo vantaggio su Ogier a quasi 4 secondi. Ormai cristallizzate le posizioni alle loro spalle.

1. EVANS (Toyota Yaris WRC)
2. OGIER (Toyota Yaris WRC) +3.9
3. NEUVILLE (Hyundai i20 Coupé WRC) +8.0
4. TANAK (Hyundai i20 Coupé WRC) +1:23.6
5. FOURMAUX (Ford Fiesta WRC) +3:01.4
6. KATSUTA (Toyota Yaris WRC) +3:18.4
7. GREENSMITH (Ford Fiesta WRC) +3:39.3
8. BREEN (Hyundai i20 Coupé WRC) +4:29.1

SS20/20 (Power Stage)

Il primo rally di Croazia ha uno degli epiloghi più incredibili che si ricordino! Elfyn Evans commette un errore proprio all’ultima curva destrorsa dell’ultima speciale e si fa sfuggire così una vittoria che era ormai a portata di mano. Ogier chiude invece la Power Stage con un tempo sensazionale e fa suo il rally di Croazia per 6 decimi di secondo! Il 7 volte campione del mondo fa così bottino pieno, portandosi a casa 30 punti e riconquistando la vetta del mondiale.

1. OGIER (Toyota Yaris WRC)
2. EVANS (Toyota Yaris WRC) +0.6
3. NEUVILLE (Hyundai i20 Coupé WRC) +8.1
4. TANAK (Hyundai i20 Coupé WRC) +1:25.1
5. FOURMAUX (Ford Fiesta WRC) +3:09.7
6. KATSUTA (Toyota Yaris WRC) +3:31.8
7. GREENSMITH (Ford Fiesta WRC) +3:58.8
8. BREEN (Hyundai i20 Coupé WRC) +4:28.2

WRC | Rally Croazia – SS4/20: comanda Neuville, Rovanpera subito KO! [VIDEO]

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari