WRC | Rally di Spagna-Catalogna, Anteprima – Una poltrona… per tre

Questo fine settimana in Catalogna si disputa la dodicesima e penultima tappa di questo emozionante mondiale rally 2018, che vede tre piloti in piena lotta per il titolo. Rally Spagna

I tre contendenti al titolo: da sinistra a destra Sebastien Ogier (Ford), Thierry Neuville (Hyundai), ed Ott Tanak (Toyota) – Foto: wrc.com

Un mondiale bellissimo ed apertissimo che probabilmente si concluderà solo nell’ultima prova in Australia. Thierry Neuville, Sebastien Ogier ed Ott Tanak si sono dati appuntamento sulle strade della Catalogna per proseguire la loro battaglia, con i tre racchiusi in appena 21 punti.

Thierry Neuville ha dimostrato quest’anno di aver imparato dagli sbagli della passata stagione e la Hyundai di essere migliorata sul fronte affidabilità. Ma proprio nell’ultima prova in Galles ha commesso un errore a causa del quale è rimasto bloccato in un fosso. Solo l’intervento del pubblico assiepato sul ciglio della strada, gli ha permesso di uscirne e perdere “solo” una quarantina di secondi. Per il leader del mondiale rimangono però solo 7 punti da gestire.

Thierry Neuville, attuale leader del mondiale – Foto: twitter.com/hmsgofficial

Sebastien Ogier anche quest’anno è risorto dalle ceneri come l’araba fenice proprio nel momento decisivo. Così come l’anno scorso in cui è venuto fuori quando il mondiale sembrava indirizzato verso Neuville e la Hyundai, anche quest’anno quando dava l’impressione di essere quasi sul punto di perdere l’iride, ha piazzato la zampata in Galles, che lo ha rimesso in piena corsa. Ora sono solo 7 i punti che lo separano da Neuville.
Decisivo per lui il ritorno alla vecchia aerodinamica posteriore con cui ha ritrovato il feeling perduto con la sua Fiesta WRC Plus. Infatti dopo una serie di test e cambi di assetto, la nuova aerodinamica, ispirata alla Toyota che aveva debuttato in Finlandia, sembra essere stata definitivamente accantonata.

Ott Tanak e la Toyota sembravano ad un certo punto della stagione tagliati fuori dalla lotta. Poi però tre vittorie consecutive in Finlandia, Germania e Turchia e in Galles l’estone stava per concedere il poker quando un errato atterraggio su un salto gli è costato la rottura del radiatore e il conseguente ritiro. Vittoria che avrebbe significato vetta della classifica. Adesso si ritrova staccato di 21 punti. Ma Tanak sembra al momento il pilota più in forma, supportato da una Toyota Yaris WRC Plus che si sta dimostrando la vettura più competitiva. A supporto di ciò, le brillanti prestazioni di Jari-Matti Latvala ed Esapekka Lappi, che hanno consentito la rimonta della casa giapponese nella classifica costruttori. Classifica che adesso la vede in testa.

Sebastien Loeb, vincitore per 8 volte del Rally di Spagna – Foto: wrc.com

Nella lotta mondiale potrebbe inserirsi un arbitro inatteso. In Catalogna ci sarà infatti il grande ritorno di Sebastien Loeb che farà parte della squadra Citroen assieme a Craig Breen e a Khalid Al Qassimi. Citroen che per l’occasione schiererà dunque tre vetture. Il nove volte iridato ha dalla sua una favorevole posizione di partenza e il palmares. Le strade catalane lo hanno infatti visto trionfare per ben otto volte. Un suo eventuale inserimento nella lotta al vertice, potrebbe dunque togliere punti a uno o all’altro contendente.

Si parte giovedì per uno dei rally più difficili del mondiale. Quella catalana è infatti l’unica prova della stagione in cui i piloti troveranno sotto le gomme delle loro auto sia asfalto che sterrato. Giovedì notte la prova spettacolo per le strade di Barcellona. Venerdì sarà dedicato alle speciali su sterrato e sterrato alternato ad asfalto. Dopo di che i team assetteranno le vetture per l’asfalto, che è il manto stradale su cui si disputeranno le speciali delle giornate di sabato e domenica.

 

WRC | Rally di Spagna-Catalogna, Anteprima – Una poltrona… per tre
Lascia un voto