WRC | Rally Svezia – Giorno 1: Evans riparte alla grande, bene Tanak e Rovanpera

Dopo l’ottimo podio di Monte Carlo, Elfyn Evans chiude in testa la prima giornata, davanti alla Hyundai del campione del mondo, Ott Tanak, ed al suo giovanissimo compagno di squadra Kalle Rovanpera. Quarto Ogier, sesto Neuville. Rally Svezia 2020 WRC.

Rally Svezia 2020 WRC
Credit: twitter Toyota Gazoo Racing WRT

Un rally di Svezia a dir poco complicato per i piloti ma soprattutto per gli organizzatori. Infatti, a causa della scarsità di neve lungo il percorso, qualche giorno prima dell’inizio delle attività, era stata decisa la cancellazione di ben 8 speciali delle 19 in programma, riducendo il rally a sole 11 prove cronometrate. Rally Svezia 2020 WRC.

Nella giornata del giovedì è stata poi decisa la cancellazione della prova spettacolo di Karlsadt, riducendo ulteriormente il rally a 10 speciali. Anche nelle speciali odierne, gli equipaggi hanno trovato più sterrato che neve. Rally Svezia 2020 WRC. 

Elfyn Evans mette subito le cose in chiaro, dimostrando che la prestazione di Monte Carlo, dove ha chiuso terzo dopo essere stato a lungo in testa, non è stato affatto un caso.

Un inizio incoraggiante per Ott Tanak, con due vittorie di speciale e secondo posto nella generale. L’estone esce dunque rinfrancato dal primo giorno svedese, in cui difficilmente poteva sperare di meglio.

Chi ha dato saggio, ancora una volta, della sua estrema qualità e maturità è Kalle Rovanpera. Il finlandese era addirittura secondo al termine della terza speciale, ma ha poi commesso un piccolo errore nella quarta. Ciò non gli ha impedito di concludere la prima giornata virtualmente sul podio.

Il sabato prevede la ripetizione delle quattro speciali del venerdì.

SS 1/10

Elfyn Evans mette subito tutti in fila nella prima prova cronometrata del rally di Svezia. Toyota sugli scudi, con tre Yaris WRC nei primi quattro: terzo il più giovane della pattuglia, Kalle Rovanpera, che si è messo alle spalle il plurititolato compagno di squadra Sebastian Ogier, quarto.

Tra le tre vetture giapponesi, si è inserita la Hyundai di Ott Tanak. Un buon inizio dunque per il campione del mondo in carica dopo il brutto incidente di Monte Carlo. Quinto il suo compagno di squadra e vincitore di Monte Carlo, Thierry Neuville. Seguono le due Ford Fiesta WRC del team M-Sport di Lappi e Suninen.

  1. Elfyn Evans (Toyota Yaris WRC)
  2. Ott Tanak (Hyundai i20 Coupe WRC) +1.1
  3. Kalle Rovanpera (Toyota Yaris WRC) +2.0
  4. Sebastien Ogier (Toyota Yaris WRC) +2.9
  5. Thierry Neuville (Hyundai i20 Coupe WRC) +4.4
  6. Esapekka Lappi (Ford Fiesta WRC) +6.3
  7. Timo Suninen (Ford Fiesta WRC) +8.2
  8. Craig Breen (Hyundai i20 Coupe WRC) +9.4
  9. Jari-Matti Latvala (Toyota Yaris WRC) +11.9
  10. Takamoto Katsuta (Toyota Yaris WRC) +13.1

SS 2/10

Difficili le condizioni della seconda speciale, con gli equipaggi che trovano la neve nella prima parte e sterrato nella seconda. Vince la prova Ott Tanak, la prima volta assoluta per lui al volante della Hyundai. L’estone guadagna 9 decimi su Evans e si porta a soli 2 decimi dal gallese, che resta però in testa alla generale. Si confermano in terza e quarta posizione le altre due Toyota di Rovanpera e Ogier.

Quinto tempo per Esapekka Lappi, che scavalca Neuville nella generale. Il belga, leader del campionato, ha l’ingrato compito di aprire tutte le speciali del venerdì. Ruolo che non lo sta certamente favorendo.

Testacoda per Jari-Matti Latvala con la sua Yaris WRC privata: l’errore gli è costato circa 50 secondi. Sicuramente non l’inizio di rally che sperava.

  1. Elfyn Evans (Toyota Yaris WRC)
  2. Ott Tanak (Hyundai i20 Coupe WRC) +0.2
  3. Kalle Rovanpera (Toyota Yaris WRC) +5.3
  4. Sebastien Ogier (Toyota Yaris WRC) +8.2
  5. Esapekka Lappi (Ford Fiesta WRC) +11.7
  6. Thierry Neuville (Hyundai i20 Coupe WRC) +11.9
  7. Craig Breen (Hyundai i20 Coupe WRC) +14.9
  8. Timo Suninen (Ford Fiesta WRC) +20.1
  9. Takamoto Katsuta (Toyota Yaris WRC) +27.7
  10. Jari-Matti Latvala (Toyota Yaris WRC) +1:01.7

SS 3/10

Non c’è neve lungo il percorso, ma iniziano a scendere fiocchi bianchi nella seconda parte della prova proprio mentre sopraggiungono le vetture. La Toyota fa tripletta! Vince Evans, che allunga nella generale. Secondo un sorprendente Kalle Rovanpera, che perde solo 2.5 secondi dal compagno. Il 19enne sale anche in seconda posizione nella generale, scalzando Tanak.

Ogier, terzo di speciale, perde qualche secondo di troppo e si ritrova a 16 secondi dalla vetta. Invariate le posizioni alle loro spalle. Latvala pare aver riportato dei danni al motore nel testacoda della prova precedente, tant’è che ha accumulato quasi un minuto e mezzo di ritardo da Evans, scivolando in dodicesima posizione, anche alle spalle delle vetture R5.

  1. Elfyn Evans (Toyota Yaris WRC)
  2. Kalle Rovanpera (Toyota Yaris WRC) +7.9
  3. Ott Tanak (Hyundai i20 Coupe WRC) +8.7
  4. Sebastien Ogier (Toyota Yaris WRC) +16.4
  5. Esapekka Lappi (Ford Fiesta WRC) +20.2
  6. Thierry Neuville (Hyundai i20 Coupe WRC) +22.0
  7. Craig Breen (Hyundai i20 Coupe WRC) +23.8
  8. Timo Suninen (Ford Fiesta WRC) +30.1
  9. Takamoto Katsuta (Toyota Yaris WRC) +45.2
  10. Emil Lindholm (Skoda Fabia Evo R5)

SS 4/10

La breve speciale di soli 2,8 chilometri regala comunque emozioni. Dopo aver perso qualche secondo di troppo nella prova precedente, Ott Tanak si rifà subito e piazza la seconda vittoria di tappa. Il campione del mondo sale in seconda posizione, rimettendosi davanti a Rovanpera, che ha perso circa 6 secondi per aver mandato in stallo il motore all’inizio della prova.

Alle loro spalle, le posizioni non mutano. C’è però da registrare il ritiro di Jari-Matti Latvala per i problemi sulla sua Yaris. Il finlandese potrebbe comunque tornare in gara sabato.

  1. Elfyn Evans (Toyota Yaris WRC)
  2. Ott Tanak (Hyundai i20 Coupe WRC) +8.5
  3. Kalle Rovanpera (Toyota Yaris WRC) +14.3
  4. Sebastien Ogier (Toyota Yaris WRC) +17.8
  5. Esapekka Lappi (Ford Fiesta WRC) +20.9
  6. Thierry Neuville (Hyundai i20 Coupe WRC) +23.6
  7. Craig Breen (Hyundai i20 Coupe WRC) +24.2
  8. Timo Suninen (Ford Fiesta WRC) +31.4
  9. Takamoto Katsuta (Toyota Yaris WRC) +49.6
  10. Emil Lindholm (Skoda Fabia Evo R5) +1:45.7

 

F1 | Analisi tecnica – McLaren MCL35, un grande passo in avanti

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari