WRC | Safari Rally Kenya – Hyundai pronta a bissare la vittoria

Dopo la vittoria ottenuta in Sardegna, Hyundai WRC è pronta a ripetersi anche nel Safari Rally Kenya.

2022 FIA World Rally Championship
Round 04, Rally de Portugal
19-22 May 2022
Ott Tanak, Martin Jarveoja, Hyundai i20 N Rally 1
Photographer: Dufour Fabien
Worldwide copyright: Hyundai Motorsport GmbH

Il prossimo fine settimana (22-26 giugno) il team Hyundai WRC punterà a consolidare la sua prima vittoria con la nuova Hyundai i20 N Rally1 in uno degli eventi gravel più estenuanti della stagione, il Safari Rally Kenya. Il trio di equipaggi che gareggerà sul terreno accidentato e accidentato del safari tornerà alla formazione che ha disputato i primi tre rally della stagione: Thierry Neuville/Martijn Wydaeghe, Ott Tänak/Martin Järveoja e Oliver Solberg/Elliott Edmondson.

Il duo belga di Neuville e Wydaeghe ha guidato gran parte dell’edizione 2021 del Safari Rally Kenya prima di essere costretto al ritiro nell’ultima giornata di corsa. Anche Tänak e Järveoja si sono comportati bene all’evento, conquistando il terzo posto assoluto, e cercheranno la seconda vittoria consecutiva dopo la loro impressionante prestazione in Sardegna.


Leggi anche: WRC | Il commento Pirelli dopo il venerdi del rally di Sardegna


Anche se il prossimo fine settimana sarà la prima uscita di Solberg ed Edmondson in Kenya nella Hyundai i20 N Rally1, il giovane svedese ha accumulato alcuni chilometri WRC competitivi sulle tappe lo scorso anno. Tutti e tre gli equipaggi sperano di imparare dalla loro precedente esperienza del Safari Rally per ottenere un altro risultato di squadra forte, che sarà un altro passo cruciale nella lotta per il campionato.

L’iconico Safari Rally Kenya ha fatto il suo tanto atteso ritorno in calendario nel 2021, 19 anni dopo l’ultimo evento WRC in Africa. Incastonate in uno scenario mozzafiato, le aspre strade di Naivasha sono punitive, con più equipaggi che hanno avuto problemi sul terreno roccioso la scorsa stagione. Di conseguenza, l’obiettivo per i concorrenti di quest’anno nella Hyundai i20 N Rally1 non sarà solo quello di mostrare un ritmo solido nei quattro giorni, ma anche di stare fuori dai guai.

L’itinerario del Safari Rally Kenya è composto da 19 tappe in quattro giorni, per un totale di 363,44 km di distanza. Di tutti i rally con itinerari confermati, è l’evento più lungo del calendario WRC 2022.

Le dichiarazioni Hyundai WRC prima del Safari Rally Kenya

Il vice capo squadra Julien Moncet ha dichiarato: “La vittoria e il doppio podio in Sardegna sono stati un risultato eccellente per noi e ho sentito che l’intera squadra meritava per il duro lavoro e la dedizione fino ad ora quest’anno. Ha anche ulteriormente dimostrato il ritmo e il potenziale della Hyundai i20 N Rally1 sulla ghiaia. Naturalmente, il Safari Rally Kenya è un tipo di evento gravel molto diverso; è uno dei raduni più insidiosi del calendario. Le tappe sono implacabili e finire semplicemente l’evento è un traguardo. Tuttavia, ci dirigiamo con fiducia nella nostra macchina, nei nostri equipaggi e nel nostro intero team. L’obiettivo è mantenere gli standard che abbiamo fissato negli ultimi round e lottare ancora una volta per la vittoria”.

Thierry Neuville/Martijn Wydaeghe (#11 Hyundai i20 N Rally1)

Neuville: “L’anno scorso è stata la mia prima volta in Kenya e ho dei bei ricordi. È stata una vera avventura, poiché abbiamo scoperto il paese, la cultura, lo splendido scenario e la fauna selvatica. Ma sfortunatamente, siamo rimasti delusi perché eravamo chiaramente in testa e avremmo potuto facilmente vincere il rally se non fosse stato per un piccolo problema. È un evento difficile in cui devi trovare un buon equilibrio tra spingere forte e sapere quando rallentare. Anche il tempo può giocare un ruolo importante. Ma mi sento a mio agio sui palchi e quest’anno siamo in cerca di vendetta, quindi è quello che non vediamo l’ora”.

Ott Tänak/Martin Järveoja (#8 Hyundai i20 N Rally1)

Tänak: “L’anno scorso Safari Rally Kenya è stata un’avventura incredibile, ma anche una grande sfida. Abbiamo pensato che fosse un evento molto impegnativo e lo è stato, con strade sconnesse e terreni difficili come la sabbia soffice. È stato anche tecnicamente impegnativo e ci aspettiamo che sia lo stesso questa volta. Come sempre, la prima priorità è tenere la macchina unita e finire. È possibile spingere lì al 100% ma devi stare attento a non danneggiare l’auto nel processo. Speriamo di poter sfruttare la nostra vittoria in Sardegna e ottenere un altro buon risultato in Kenya”.

Oliver Solberg/Elliott Edmondson (#2 Hyundai i20 N Rally1)

Solberg: “Il Kenya sarà molto eccitante in quanto è un rally davvero speciale. Sarà molto impegnativo e difficile, ma non vedo l’ora di gareggiare lì nella Hyundai i20 N Rally1. Il paese e i fan sono fantastici, quindi è un posto che non vedi l’ora, anche se non è andato bene nel 2021. Ma quest’anno ci sono nuove possibilità e lo faremo di nuovo. Il tempo ha avuto un grande impatto sull’evento dell’anno scorso, quindi vedremo se sarà lo stesso il prossimo fine settimana, ma anche se non ci aspettiamo che sarà una vera sfida. L’obiettivo è trovare un buon ritmo, tenere la macchina integro e fare un buon risultato per la squadra”.

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter