WRC | Tutto pronto in casa Hyundai per affrontare il gran finale del Rally del Giappone

Hyundai Motorsport si reca al Rally del Giappone, l’ultimo round del FIA World Rally Championship (WRC) 2022, con la speranza di concludere la stagione inaugurale dell’era ibrida con una nota positiva

2022 FIA World Rally Championship
Round 11, Rally de España
19-23 October 2022
Ott Tanak, Martin Jarveoja, Hyundai i20 N Rally1
Photographer: Dufour Fabien
Worldwide copyright: Hyundai Motorsport GmbH

Dopo essere stato cancellato nel 2020 e nel 2021 a causa della pandemia di COVID-19, il Rally del Giappone torna finalmente nel calendario WRC in questa stagione dopo una pausa di 11 anni dalla serie e Hyundai è pronta a concludere la stagione al meglio. Questo sarà il primo viaggio della casa di Alzenau all’evento asiatico, poiché l’ultima corsa del rally precede l’arrivo di Hyundai Motorsport nel WRC.

Un altro primato al Rally del Giappone di quest’anno sarà la superficie. L’evento che si sposterà su strade asfaltate lisce dalle piste di ghiaia delle edizioni precedenti. Il quartier generale del raduno ha anche trovato una nuova casa per il 2022 vicino a Nagoya, la quarta città più grande della nazione. Il nuovo itinerario presenta una sfida scoraggiante e incerta per gli equipaggi, che dovranno mettersi al passo per potersi contendere la vittoria.


Leggi anche: WRC | Terenzio Testoni e Pirelli analizzano l’andamento del Rally di Catalunya 2022


Questo sarà l’obiettivo per le squadre della formazione Hyundai Motorsport, poiché tutte e tre sono salite sul podio in più occasioni quest’anno nella Hyundai i20 N Rally1. Nel round precedente, il Rally de España, Thierry Neuville e Martijn Wydaeghe si sono fatti strada tra i primi tre, finendo al secondo posto assoluto.

Quarto e quinto posto per Ott Tänak/Martin Järveoja e Dani Sordo/Cándido Carrera hanno completato un solido weekend.


Il Rally del Giappone

Il nuovo look del Rally del Giappone prende il via giovedì sera con la SS1 al Kuragaike Park. Il programma di venerdì è molto più ampio, composto da due circuiti con una distanza totale di oltre 130 km, il che lo rende il giorno più lungo dell’evento. Gli equipaggi affronteranno altre sette tappe sabato prima che il rally si concluda domenica con cinque prove finali.

Le dichiarazioni Hyundai prima del Rally del Giappone

Il vicedirettore della squadra Julien Moncet ha dichiarato: “Ci aspettavamo sempre che questa stagione fosse difficile, come spesso accade quando vengono introdotti nuovi regolamenti. Ovviamente volevamo vincere il titolo, ma penso che dobbiamo comunque essere soddisfatti delle nostre prestazioni quest’anno con la nostra nuova Hyundai i20 N Rally1. Ci ha portato quattro vittorie, il nostro numero più alto in una sola stagione, e ha dimostrato il ritmo su ogni superficie. Il nostro obiettivo è che i nostri equipaggi possano ottenere di nuovo il meglio dalla vettura in Giappone e concludere l’anno in modo forte e positivo. Una quinta vittoria sarebbe un ottimo modo per concludere il 2022 e potrebbe essere la scintilla per una stagione migliore nel 2023”.

Ott Tänak/Martin Järveoja (#8 Hyundai i20 N Rally1)

“Il rally in Giappone sarà una sfida per noi perché è un nuovo evento, quindi personalmente non ho troppe informazioni su cosa aspettarmi, ma raccoglieremo tutte le informazioni che abbiamo a disposizione con le ricognizioni e prepararsi il più possibile. Dopo tre anni con Hyundai Motorsport, questo sarà il mio ultimo con loro, quindi spero che potremo trovare un buon feeling sulle strade e finire la stagione e la nostra partnership con una nota positiva”.

Thierry Neuville/Martijn Wydaeghe (#11 Hyundai i20 N Rally1)

“Nuovo Paese, nuovo rally, nuova avventura. Oltre a sapere che saranno tappe su asfalto, non abbiamo idea di cosa ci stia aspettando. Questo ovviamente rende un po’ più difficile la preparazione, ma la maggior parte delle volte ho fatto meglio quando il rally è nuovo rispetto a quando è stato fatto prima. Vogliamo sempre finire al posto più alto possibile alla fine della stagione, poiché ti dà una bella sensazione durante la pausa invernale e ti aiuta a motivarti per il prossimo anno. Quindi l’obiettivo sarà quello di dare il meglio di noi stessi, ottenere il massimo dalla macchina e poi vedere dove andremo a finire”.

Dani Sordo/Cándido Carrera (#6 Hyundai i20 N Rally1)

“Ho fatto rally in Giappone quando era sulla ghiaia, ma sono entusiasta di provare le nuove tappe su asfalto, che mi è stato detto essere molto strette e difficili. Quando non sai cosa aspettarti è sempre più impegnativo, poiché tutto ciò che puoi fare per prepararti per le fasi è guardare i video. Una volta che saremo all’evento, le note di ricognizione e ritmo saranno importanti per produrre un buon fine settimana. Come sempre, il nostro obiettivo è salire almeno sul podio e fornire il miglior risultato possibile per la squadra”.

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter